Le aziende usano in modo errato le pagine Facebook per coinvolgere i clienti?

Da una recente infografica di Getsatisfaction sembra emergere che le aziende non riescano ancora ad interagire nel modo migliore con i fans delle proprie pagine Facebook.

Il più delle volte l’esperienza di interazione si esaurisce in qualche “Mi piace” o commento banale.

facebook-community

I fan non riescono a  trovare le informazioni che più cercano e che servirebbero per essere sicuri che un prodotto faccia  o meno al caso loro.

Da qui emerge la necessità di andare sui siti aziendali per:

  • reperire le informazioni più velocemente
  • avere pareri e potersi confrontare con consumatori aventi necessità similari
  • avere informazioni le più dettagliate possibili

e poter cosi costruire relazioni con l’azienda sulle community presenti sui siti web aziendali.

Ma come costruire una community legata ad un marchio e/o prodotto che funzioni?

Rifacendosi ad una ricerca di Incyte Group l’infografica evidenza i seguenti passi:

  1. sviluppare forti legami sul sito aziendale con i social network come Facebook, Twitter, Pinterest. In questo modo i clienti possono condividere più facilmente i prodotti e le informazioni presenti su di essi
  2. rendere facilmente trovabili i diversi contenuti/prodotti. Un’efficiente categorizzazione è fondamentale
  3. creare diversi  punti di ingresso alla community, magari attraverso la pagina prodotto
  4. fornire puntuali servizi di supporto
  5. gestire in modo proattivo la community e trasformare i clienti più fedeli in evengelist del prodotto. Ascoltare i loro bisogni, fornire loro prodotti o servizi di migliore qualità.

Nel Mulino che vorrei è un buon esempio?

Qual’è la tua esperienza in proposito? Segnalaci pagine Facebook o community aziendali che a tuo avviso funzionano!

Leave a Reply